Specialista in…

  • Psicoterapia individuale

il paziente ed il terapeuta si trovano uno di fronte all’altro, su due poltrone o attorno ad una scrivania. Codesta psicoterapia serve per la risoluzione di sintomi psicopatologici. Per la crescita personale, lo sviluppo dell’autonomia, della consapevolezza, dell’autostima. Per l’elaborazione delle crisi esistenziali, delle dipendenze affettive. Per i problemi relativi ai disturbi d’ansia e stress, fobie, attacchi di panico, disturbi di personalità e del comportamento alimentare, depressione, problemi relazionali e sessuali. Disturbi psicosomatici, training autogeno e traumi.

 

  • Psicoterapia di coppia

è condotta da un terapeuta o da una coppia di terapeuti e la coppia è seduta di fronte a loro. Il lavoro psicoterapeutico inizia con il ristabilire nel singolo paziente la disponibilità, la volontà e la capacità di riaprirsi alla comunicazione e allo scambio verso l’altro, consapevole ed efficace. La psicoterapia di coppia è una forma di terapia che lavora prevalentemente sulla relazione ed è diventata una esigenza sempre più comune in questi ultimi anni.

 

  • Psicoterapia di gruppo

è una forma di psicoterapia in cui l’intervento clinico viene effettuato in un setting gruppale. Questo tipo di psicoterapia nasce, storicamente per andare incontro alle esigenze economiche dei pazienti, quindi che vogliono intraprendere questo tipo di percorso con spese più contenute. Può fare riferimento a vari tipi di orientamenti teorici e può articolarsi nei suo vari modelli in maniera estremamente diversificata, da un polo supportivo ad un polo espressivo. L’intervento supportivo è quello di sostegno, di supporto al problema e allo sviluppo dell’assertività, invece quelli di tipo espressivo, sono solitamente di orientamento dinamico. Questa psicoterapia funziona in questo modo: i terapeuti sono generalmente due ed i pazienti possono essere seduti in cerchio, oppure muoversi in spazi più o meno strutturati, per eseguire esercizi di diverso genere.

 

  • Consulenza e terapie a pazienti malati di “cancro”

il cui scopo è quello di occuparsi delle implicazioni emozionali, comportamentali, sociali, dinamiche affettive e relazionali generate dalla patologie tumorali”. La psiconcologia è quella disciplina che si occupa delle numerose conseguenze e variabili connesse ai tumori. La diagnosi di tumore è come un gigantesco mattone che ci cade sulla testa. Il disagio psicologico che ne consegue, anche durante la cura, è caratterizzato da una serie di emozioni (ansia, rabbia, depressione, ecc…) e quindi lo psiconcologo cerca di fornire supporto ai pazienti e ai loro familiari per sconfiggere il tumore con più serenità e forza. Secondo L. Grassi, la psiconcologia, è quindi, necessaria per garantire alla persona ammalata di tumore e ai suoi familiari una migliore qualità di vita e un’assistenza ottimale. Viene inoltre stabilito che l’attivazione, nei diversi fasi della malattia, di percorsi psico-oncologici e di prevenzione siano essi di supporto o più specificatamente psicoterapeutici (individuali, di gruppo e di coppia) risultano fondamentale per il paziente e la sua famiglia.

 

  • Consulenza e terapie per problematiche sessuali

quali: disfunzione erettile, eiaculazione precoce, vaginismo, dispaurenia, parafilie, disturbi da dolore sessuale e del desiderio sessuale e anorgasmia

 

  • Valutazioni Psicodiagnostiche

colloquio anamnestico e psicodiagnostico con somministrazione di test e prove psicodiagnostiche (Test MMPI-2, Test di Wartegg, Reattivo dell’Albero di Koch K., Disegno della Famiglia e della Figura Umana di Corman L.)

 

  •  Consulenze e psicoterapie per disturbi d’ansia e depressivi

attacchi di panico, ossessioni e compulsioni, disturbi psicosomatici, stress, fobie, disturbi legati all’autostima e disturbi di personalità

 

  •  Counselor socioanalista e delle scienze umane

Counseling centrato sulla persona, specializzato in orientamento scolastico, disagio giovanile ed esistenziale, ascolto empatico relativo all ‘analisi e alla gestione delle conflittualità individuali, relazionali, esistenziali e lavorative, tecniche Help e Self Help.
Possibilità di modalità di relazione con strumenti attendibili per risolvere situazioni di piccolo disagio,al fine di promuovere una situazione interiore migliore.

 

  • Ed anche…

…interventi sulle dipendenze da sostanze, difficoltà relazionali, supporto alla genitorialità, bornout e mobbing, disturbo dell’attenzione, relazione genitori e figli Disagi connessi a momenti particolarmente delicati della vita (come la separazione, un lutto, una perdita, ecc…)